CREARE, PUBBLICARE E VENDERE UN E-BOOK Un libro di Alessandro Stella

Tecniche e burocrazia per pubblicare il proprio e-book

Come si produce un e-book?
Come lo si pubblica senza un editore?
Come si può vendere un libro guadagnandoci dei soldi senza avere una Partita Iva e senza violare la legge?
Sono domande importanti a cui bisogna dare risposte chiare e precise. Questo prezioso e-book si propone di fare esattamente questo: dare risposte.

Scorri il Tablet virtuale e leggi l'introduzione adesso!

ANTEPRIMA PDF LO VOGLIO!

copertina

CREARE, PUBBLICARE E VENDERE
UN E-BOOK

indice

Introduzione
Le strade perseguibili per ottenere la pubblicazione di un e-book sono molteplici, così come molteplici sono i software che conducono al risultato. Potremmo anche affidarci a una delle molte aziende che si occupano di fare tutto per noi, liberandoci da tutta la fatica e le attenzioni di cui invece parleremo in questo libro.
Tuttavia se stiamo leggendo un libro come questo non è certo perché vogliamo affidare ad altri la creazione del nostro e-book. Noi siamo qui perché vogliamo che la nostra “creatura” sia nostra al 100%.
Dunque, deciso che vogliamo fare tutto da soli, dobbiamo decidere come farlo.
Abbiamo detto che per produrre un e-book possiamo procedere in molti modi differenti, ma in questo libro seguiremo una strada precisa basata su tre presupposti:

  1. non dobbiamo spendere un centesimo
  2. dobbiamo essere visibili su Amazon
  3. non vogliamo produrre una versione cartacea del nostro libro elettronico.

Nelle pagine che seguiranno impareremo ad utilizzare Sigil per produrre il nostro e-book. Entreremo in confidenza con i validatori del W3C e dell'IDPF che ci diranno se il nostro libro in formato ePub è ben formato o meno. Sarà poi abbastanza semplice pubblicare il nostro e-book sul Google Play Store poiché Google accetta il formato ePub senza particolari problemi. Impareremo ad utilizzare il Kindle Previewer al fine di trasformare, senza alcuna fatica, il nostro file ePub in formato mobi che è l'unico formato accettato da Amazon sui suoi server. Infine cercheremo di destreggiarci in quella giungla di Smashwords, un servizio che, grazie a Kobo, ci consente di raggiungere librerie online a noi certamente note, come LaFeltrinelli e Mondadori oltre al mercato Apple.

Questo libro è corredato da alcune video guide.
Le video guide sono memorizzate sul canale YouTube dello scrivente il cui link verrà esplicitato di volta in volta.

Bene.
Detto questo, abbiamo tante cose da imparare...
Iniziamo!

Cosa è un e-book?
Potrebbe sembrare una domanda inutile, ma in realtà esiste una certa confusione sul concetto di e-book.
Un e-book (anche scritto eBook) è un ibrido tra una pagina web e un libro cartaceo. Infatti unisce la natura digitale e multimediale della prima e le modalità di fruizione del secondo. Uno dei principali vantaggi dell’e-book rispetto ad altri formati di testo digitale è la capacità di adattarsi automaticamente alle dimensioni dello schermo del dispositivo di lettura utilizzato (computer, tablet, smartphone, eReader), cioè di avere un testo “liquido” o “fluido”. Ciò è molto utile nel caso in cui il testo sia particolarmente lungo come, per esempio, quello di un romanzo, di un saggio o di un manuale.
Talvolta libri o documenti in formato PDF sono chiamati e-book, ma la definizione è del tutto erronea!
Oltre a non possedere un testo liquido (peculiarità indispensabile) anche il processo di lavorazione differisce notevolmente. Inoltre il PDF ha un layout fisso affinché gli elementi al suo interno (testo, immagini ecc.) non possano essere modificati e, infatti, è usato come documento per la stampa. Al contrario i formati per e-book sono nati con lo scopo di dare la possibilità all’utente di modificare le caratteristiche del testo in essi contenuto (dimensione e tipo di carattere, interlinea, margini, giustificazione). Quindi, la natura “digitale” di un testo non è un requisito sufficiente perché questo possa essere definito libro elettronico.
I formati maggiormente diffusi di e-book sono epub, mobi, iBooks.
Il formato ePub è l'unico “aperto”, ma al momento esiste sia nella versione 2 sia nella versione 3 generando un po’ di confusione su utilizzi e differenze che cercheremo di chiarire nel prossimo capitolo.

MI PIACE, LO VOGLIO!

CHAPTER DETAIL

Breviario dei capitoli che compongono il libro

Icona del capitolo

INTRODUZIONE

Le strade perseguibili per ottenere la pubblicazione di un e-book sono molteplici, ma in questo testo ne seguiremo una in particolare. L'introduzione ci dice quale e perché...

Icona del capitolo

COSA È UN E-BOOK

Potrebbe apparire poco utile un capitolo con un titolo del genere, ma è importante spiegare perché un PDF non è un e-book...

Icona del capitolo

FORMATO EPUB2 O EPUB3?

Il testo insegna a produrre e-book in formato ePub 3, ma la scelta non è per nulla casuale e questo capitolo spiega perché è opportuno utilizzare il formato ePub 3...

Icona del capitolo

DISPOSITIVI E FORMATI

Il formato ePub non è l'unico formato esistente per produrre un e-book. E anche i lettori (e-reader) sono molto diversi. In questo capitolo si cerca di mettere in chiaro entrambe le cose...

Icona del capitolo

CREARE IL NOSTRO E-BOOK

Un capitolo lungo e importante, spiccatamente tecnico, in cui impareremo ad utilizzare tutti i software necessari alla creazione di un file ePub...

Icona del capitolo

TRASFORMARE UN DOCUMENTO IN E-BOOK

Molto spesso capita di avere il proprio "libro" scritto con un software di videoscrittura (come Microsoft Word) e di volerlo trasformare in formato ePub. Questo capitolo ci spiega passo-passo come fare...

Icona del capitolo

LA VALIDAZIONE DELL'EPUB

La struttura sintattica di un file di tipo ePub deve rispettare regole ferree. Pertanto, dopo aver creare il onstro libro dobbiamo verificare di aver fatto tutto per bene......

Icona del capitolo

DA EPUB A MOBI

Creato e validato un file ePub e volendo pubblicarlo su Amazon, è opportuno (anche se non necessario) trasformarlo in "mobi", il formato proprietario di Amazon...

Icona del capitolo

PUBBLICARE UN E-BOOK

Creato l'ePub e il mobi è tempo di... andare online! Si, ma come fare? Come facciamo a prendere i nostri file sul nostro PC e a traferirli sui server di Amazon o di Google? Questo capitolo rende tutto ciò banale...

Icona del capitolo

FISCO E TASSE

Se abbiamo pubblicato il nostro e-book su un server e se lo vendiamo... incassiamo dei soldini. E come la mettiamo con il fisco? Bisogna essere precisi e conoscere le normative. Questo capitolo chiarisce la questione...

I COMMENTI DEI LETTORI

Cosa pensa chi ha letto questo libro?

"Ottimo e-book sulla creazione di e-book, uno dei pochi fatti davvero bene e, al momento, anche aggiornato. Vedrei bene anche la versione cartacea, magari la vedremo quando l'autore si occuperà di Createspace :-) Consigliato, a questo prezzo è un affare."

Mario Pacchiarotti @pagineSporche.it
voto voto voto voto voto

"Il libro è scritto in maniera chiara e precisa. Le fasi della creazione e della pubblicazione vengono esemplificate con immagini (cosa non scontata, in prodotti di questo tipo) e rimandi a tutorial filmati. Particolarmente curata la sezione dedicata alla vendita, con approfondimenti legati alle problematiche fiscali."

PdM @amazon
voto voto voto voto

"Un ottimo libro! In meno di 100 pagine spiega semplicemente e con chiarezza tutti i passaggi necessari per creare (proprio fisicamente) e pubblicare un e-book. E poi... ha un prezzo... 'ridicolo'!"

Francesca Recchia @ambassador
voto voto voto voto voto

Alessandro Stella

CONOSCI L'AUTORE

Quattro parole su di me. Ma se vuoi approfondire...

Ciao,
sono Alessandro Stella e mi occupo di informatica dal 1994...
Durante gli anni ho imparato molte cose e ho acquisito due lauree, la prima in informatica, conseguita presso l'Università degli Studi di Bari, e la seconda in Editoria, conseguita presso l'Università degli Studi di Udine.

Dal 2012 mi interesso di editoria digitale.
Ho scritto e pubblicato diversi libri mediamente apprezzati e ne sto ultimando altri due.

LEGGI LA MIA STORIA...

GLI ALTRI MIEI LIBRI

Elenco dei libri da me scritti e pubblicati

  • copertina libro user experience

    User Experience: artefatti per la felicità dell'utente

    Questo libro parla della user experience come se ne parlerebbe in un corso universitario, ossia facendo riferimento agli studi scientifici e ai relativi ricercatori. Si è ritenuto opportuno utilizzare un tale approccio perché la user experience è ancora un oggetto misterioso, qualcosa da confondere volentieri con l’usabilità o con il design. Ma è sufficiente collegare il concetto di UX con le emozioni per avvertirne tutta la profondità e la diversità da altri è più diffusi concetti.
    Sulla UX, Desmet & Hekkert direbbero:
    "The entire set of affects that is elicited by the interaction between a user and a product including the degree to which all our senses are gratified (aesthetic experience) the meanings we attach to the product (experience of meaning) and the feelings and emotions that are elicited (emotional experience).".
    Utente, prodotto, interazioni ed emozioni.
    Sono queste le parole chiave che potrebbero rappresentare i contenuti di questo libro.

  • copertina libro creare un e-book

    Programmazione orientata agli oggetti

    La programmazione ad oggetti è composta da un insieme di concetti.
    Tali concetti devono essere ben chiari prima di iniziare a programmare con un qualsivoglia linguaggio di programmazione object oriented.
    Tutti noi abbiamo ben chiaro in testa il concetto di casa: muri, porte, finestre, eccetera. Se siamo un architetto la sappiamo progettare e se siamo un muratore la sappiamo costruire. Ma se architetti e muratori non avessero il concetto di casa, cosa potrebbero mai fare? Per poter progettare e costruire una casa serve innanzitutto avere in testa il concetto di casa.
    Lo stesso identico discorso vale con la programmazione ad oggetti: se non abbiamo in testa i concetti su cui si basa la programmazione ad oggetti non riusciremo mai a progettare né a implementare un software che stia in piedi.
    Questo libro parla quindi dei concetti su cui si basano i progettisti software per progettare un'applicazione; gli stessi concetti che poi vengono usati dai programmatori per tradurre in codice il progetto. Qui si narra la storia di un pensiero utile e saggio, un modo per usare la propria mente al fine di scrivere un programma usando leggi universali, evitando di scrivere codice che andrà a far parte della sterminata e infetta razza dei "basta che funzioni"!

  • copertina libro html5, css3, javascript

    HTML5, CSS3, JavaScript: Programmare per il web, lato client

    Programmare per il web significa scrivere almeno due applicazioni: una chiamata client e una chiamata server le quali, comunicando tra loro, producono un'applicazione web.
    Programmare per il web significa quindi imparare a programmare sia un'applicazione client sia un'applicazione server.
    Questo libro si occupa di insegnare le tecniche necessarie alla realizzazione di un'applicazione client e lo fa con 400 pagine esplicitamente riferite ai principianti o ai poco esperti.